Comiso famiglie e adozioni

| Contrassegnato , | Lascia un commento

Il giorno di Mons. Romero e dei Missionari Martiri

Il “Giorno di monsignor Oscar Arnulfo Romero y Galdamez”:
così sarà ricordato da quest’anno in poi il 24 marzo. Lo ha istituito, in memoria del vescovo salvadoregno ucciso proprio il 24 marzo di 30 anni fa, nel 1980, per aver denunciato apertamente ingiustizie e degrado sociale, l’assemblea legislativa di El Salvador. Già da 18 anni, tuttavia, il Movimento Giovanile delle Pontificie Opere Missionarie propone in questa data dell’anno una giornata di preghiera e digiuni in memoria dei missionari martiri. Nel 2009, secondo i dati raccolti dall’agenzia Fides, sono state 37 le persone uccise in missione; si tratta di 30 sacerdoti, 2 religiose, 2 seminaristi e 3 volontari laici. Quasi il doppio rispetto al 2008 e purtroppo il numero è più alto registrato negli ultimi dieci anni. In ricordo dei missionari martiri quest’anno il tema è “La mia vita appartiene a voi”; http://www.oecumene.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=366849
| Contrassegnato | Lascia un commento

La mia vita da Laico Missionario

Una lettera biografica inviata al direttore del C.U.M.di Verona    TSARAVAVAKA, 21 GENNAIO 2010    
La mia vita da  Laico Missionario

 Carissimo don Maurizio

sono Alberto Salerno laico missionario per la Congregazione delle Suore del Sacro Cuore di Ragusa in Madagascar. Nel giugno del 2006, ho frequentato al C.U.M.il 52° Corso partenti per l’Africa, ed il 27-09- dello stesso anno sono partito per il Madagascar. Sono già,all’inizio del 4 anno della mia vita di missione, ed ho sperimentato il vivere quotidiano della povera gente, che spesso è priva del cibo necessario per sopravvivere. Qui, come in tanti paesi dell’africa, i bambini sono oggetto di scambio e di sfruttamento; da tutte le parti dove vai, chiedono l’elemosina o qualcosa da mangiare. Io opero con le suore in un orfanotrofio a Tsaravavaka ad Antsirabe, che geograficamente, è situata al centro sud del Madagascar, e faccio vita comunitaria. Io,insieme alla Madre Delegata, qui in Madagascar, Suor Lucia Iannizzotto cofondatrice della missione, dal 1961; curiamo le Adozioni a Distanza, da diversi paesi ed in particolare dall’Italia e dalla Sicilia (Ragusa), mia terra di origine. Con l’adozione di  un bambino malgascio si dà ad esso la possibilità di studiare, frequentando nella scuola della nostra missione ed avere un pasto caldo alla mensa scolastica, ed in più, servizio di assistenza sanitaria e cura anche di casi particolari, che si presentano nelle loro famiglie. Spesso durante l’anno, faccio delle tournée negli altri nostri Istituti presenti quì in Madagascar, e ne abbiamo 12  Comunità, sparsi in tutto il territorio nazionale. Mi occupo della ricerca dei così detti “ragazzi di strada”, a cui offriamo momenti di incontri formativi, e ricreativi, ed infine offriamo un pasto caldo ogni sabato e domenica. Infine,sono membro rappresentante dei L.A.M.S.(Laici-amici-Maria –Schininà),quì in Madagascar. I  L. A. M. S. sono una grande famiglia composta di laici, che vivono il Carisma della Madre Fondatrice della Congregazione la ”Beata Maria Schininà”. Una esperienza vissuta recentemente con i L. A. M. S.  di Amboasary, Diocesi di Moramanga, dove è vescovo un Italiano, mons. Gaetano Di Pierro, S.C.I. Ho trascorso lì, la fine dell’anno 2009, e con il gruppo, ho vissuto momenti belli e toccanti. Essi operano in parrocchia e nel sociale occupandosi della ricerca nelle casette sperdute nella foresta, facendo a piedi fino a 60 km. delle persone anziani, soli ed abbandonati, a cui non pensa nessuno, accudendoli in tutto, questo faceva la Madre fondatrice. Da più di un anno è decaduto il governo dell’ex presidente Marc Ravalomanana, ed i politici attuali, non riescono a mettersi d’accordo alla formazione di un nuovo Governo, tutti sono arsi di potere, tutti vogliono governare, poi, non si sa in che modo. Comunque a pagare sempre è la povera gente, divenuta sempre più povera. Non c’è lavoro, tutto bloccato e và avanti con molta lentezza, come si dice in malgascio mura mura (piano,piano). Speriamo che quanto prima si metteranno d’accordo e sarà la fine di questa brutta vicenda. Auspico un futuro migliore per il Madagascar e ringrazio voi per l’attenzione che rivolgete a tutti noi che viviamo lontano in terra di Missione, e ci date la possibilità di condividere con voi le nostre esperienze dirette dalla missione. 

                                                            UNITO IN PREGHIERA AL SACRO CUORE                                           

| Contrassegnato | 1 commento